venerdì, 3 Dicembre 2021
Il Vescovo Mauro Parmeggiani

 

HomeAgosta - S. Maria Regina Pace e S. Benedetto

Agosta - S. Maria Regina Pace e S. Benedetto

CONTATTI

Vicaria: Quinta
Indirizzo: Via Sublacense 195
(00020) Agosta (Rm)
Tel./Fax: 0774 829552

sacerdoti

Parroco: Don Mario Rogon

Orari S. Messe

PERIODO INVERNALE
Festivi: -
Pre-festivi: -
Feriali: -

PERIODO ESTIVO
Festivi: -
Pre-festivi: -
Feriali: -

Cenni Storici

Nel 1917 il Vescovo-Abate Simone Lorenzo Salvi, osb, appena assunto il governo dell’Abbazia, desideroso di procurare in tutto il bene delle anime, notò che parte del territorio a lui affidato era carente dal punto di vista spirituale e la chiesa vicina era troppo distante, tenendo conto anche del fatto che la nuova zona vicina ad Agosta si stava espandendo; pensò quindi a come erigere una nuova chiesa. Così il 12 febbraio 1928 fu benedetta la prima pietra e fu innalzata la fabbrica. Di stile romanico la nuova chiesa fu costruita su disegno del monaco benedettino Padre Dom Ruperto Pepi, osb, ingegnere e architetto, il quale ne curò tutti i particolari anche d’esecuzione, coadiuvato dal capo mastro Giovanni Gattei. Fu costruita con pietra locale di cardellino e nell’interno con pietre conce pure di cardellino, mentre le inquadrature delle porte e delle finestre sono di pietra del Sacro Speco di San Benedetto. La parte di scultura dell’ornamentale balaustra fu eseguita dal monaco scalpellino di Santa Scolastica Dom Marcellino Carboni osb. Nel suo interno la chiesa si presenta svelta nelle sue linee semplici e con il suo altare palombino e di lumachella dei monti Affilani, fino ad ora unico, alla romana. Il pavimento del corpo della Chiesa è di cotto ed è perfettamente intonato allo stile della chiesa, quello del presbiterio è di lastre di pietra affilana e quello dell’abside è tutto di marmi preziosi donati dal Com. Carducci, quali: il cupollino, l’africano e il marmo greco; anche le croci della consacrazione sono di marmo e il resto di pietra del Sacro Speco. All’interno la chiesa è completata con una balaustra con colonnine di marmo e cornicione portante le statue di Maria SS. Regina della Pace e di San Benedetto e con il baldacchino di marmo sull’altare sostenuto da 4 colonne anche queste di marmo. Primo parroco della nuova chiesa fu Don Angelo Caranzetti di Trevi nel Lazio.

TIVOLIPALESTRINA7G

VITA DI PARROCCHIA