mercoledì, 8 Dicembre 2021
Il Vescovo Mauro Parmeggiani

 

HomeGuidonia - S. Maria di Loreto

Guidonia - S. Maria di Loreto

CONTATTI

Vicaria: Seconda
Indirizzo: Piazza Lauretana 1
(00012) Guidonia (Rm)
Tel./Fax: 0774 343172
Sito | Email

sacerdoti

Amministratore Parrochiale: Fra Fernando Lebrack Coria Lozano, ofm

Vicario Parrocchiale:
Fra Arturo Favela Rodriguez, OFM
Fra Flavio Sanchez De La Torre, OFM

Diaconi in servizio:
Rinaldo Marinelli

Orari S. Messe

PERIODO INVERNALE
Festivi: -
Pre-festivi: -
Feriali: -

PERIODO ESTIVO
Festivi: -
Pre-festivi: -
Feriali: -

Cenni Storici

Fu costruita in travertino nel 1938, su una collina, dall’arch. Gino Cancellotti. Ha una sola navata di ben quindici metri di altezza e un rosone sulla facciata che poggia su pilastri di sostegno. Sulla parete dell’abside è dipinta Maria con il Bambino sulla casa di Loreto, sorretta, come è nella iconografia tradizionale, da due angeli; ai lati e in basso si vedono Guidonia e i suoi simboli di città: hangars e aerei in volo, l’affresco è stato eseguito da Antonio Achilli. È una delle due chiese della città aeroportuale di Guidonia, quindi di recente edificazione. La parrocchia è retta dai Frati minori della Provincia Messicana. Il progetto iniziale prevedeva l’erezione di un sacrato Nazionale dell’Aeronautica. All’inaugurazione ufficiale della città di Guidonia nel 1937 il Sacrario era l’unico edificio pubblico non ancora completato, cosa che suscitò le ire del Capo del Governo. Come spesso accade il progetto iniziale venne successivamente modificato per divenire parrocchia come la conosciamo noi. Intanto nel 1939 la competente autorità diocesana decideva di creare nel nuovo centro cittadino una vicaria curata nominando Vicario Cooperatore il Sacerdote Don Federico Trevisani, già parroco di San Giovanni Evangelista a Montecelio, con piena giurisdizione parrocchiale nel salone della scuola elementare. Poiché Don Federico doveva assolvere da solo all’assistenza delle anime il Vescovo di Tivoli, Mons. Della Vedova, decise di affidargli due suore che la domenica scendevano da Montecelio per l’assistenza religiosa e impartire lezioni di catechismo ai fanciulli. Soltanto più tardi le due religiose Sr Maria Matorella e Sr Francesca Cratassa del Preziosissimo Sangue si stabilirono definitivamente nel nuovo centro abitativo per volontà dello stesso Vescovo che incaricò la Madre Generale Alma Pia De Rossi di dare inizio al nuovo apostolato nel centro cittadino che stava nascendo. Con la Bolla del 7 luglio 1939 il Vescovo diocesano eresse la nuova Parrocchia con il nome di Santa Maria di Loreto. Il decreto del Vescovo venne riconosciuto agli effetti civili del Governo il 16 novembre 1939 e il 10 dicembre, in occasione della festività della Madonna di Loreto, venne solennemente inaugurata.

TIVOLIPALESTRINA7G

VITA DI PARROCCHIA