venerdì, 3 Dicembre 2021
Il Vescovo Mauro Parmeggiani

 

HomeGallicano nel Lazio - Sant'Andrea Apostolo

Gallicano nel Lazio - Sant'Andrea Apostolo

CONTATTI

Vicaria: Settima
Indirizzo: Via Maestra, 55
00010 Gallicano nel Lazio (Rm)
Tel./Fax: 06 95 46 00 42

sacerdoti

Parroco:
Don Alfredo Conforti

Vicario Parrocchiale:
Don Luigi Proietto

Orari S. Messe

Festivi: 9.30 - 11.00 - 18.00 (inv.) - 19.00 (est.)
Feriali: 18.00

Chiesa di S. Pastore
Festivi: 9.00

Cenni Storici

Il primo documento che parla della chiesa di Sant’Andrea apostolo risale al 1290 e attesta l’offerta di 1.500 fiorini d’oro elargita da Pietro Colonna, che in seguito la scelse come sua sepoltura. La principessa Vittoria Altieri Pallavicini, dopo aver verificato lo stato fatiscente e rovinoso di questo sacro edificio, lo fece demolire e costruì l’attuale a proprie spese, arricchendolo di sacre suppellettili e del corpo di Sant’Aurelio Sabazio, martire. I lavori furono ultimati alla fine di aprile 1734. L’8 maggio dello stesso anno il tempio venne benedetto e consacrato in onore della Beata Vergine Maria, di San Giuseppe, dell’apostolo Sant’Andrea e di San Gallicano da mons. Ludovico Valdina Cremona, vescovo di Ermopoli, con facoltà del card. Tommaso Ruffo, vescovo di Palestrina. La chiesa è formata da una sola navata quadrata con spazioso presbiterio, soffitto a riquadri, elegantemente dipinto, cinque altari e una cappella. Conserva anche l’organo del 1700. I1 pavimento della chiesa è stato rifatto su iniziativa di don Romolo Sabbi. Don Piero Oddi ha promosso e condotto a termine vari lavori tra i quali il tetto e il soffitto, il restauro delle decorazioni, della facciata, del campanile e la ristrutturazione del presbiterio secondo le vigenti norme liturgiche. L’altare maggiore non ha subito modifiche; davanti ad esso è stato costruito un altro altare di marmo in cui sono state inserite le reliquie di santa Lucia Filippini, fondatrice delle Maestre Pie Filippini, la quale visitò il paese nel 1726. Nella Parrocchiale è custodito il veneratissimo simulacro della Madonna delle Grazie, proveniente da Costantinopoli, presente a Gallicano fin dall’XI secolo. Annesse alla chiesa sono la sagrestia, la casa canonica e un oratorio per i giovani. Attiguo alla chiesa è l’oratorio della Confraternita del Crocifisso, in cui è custodito un Crocifisso in legno del XVI secolo, di notevole pregio artistico, assai venerato dagli abitanti di Gallicano e portato il Venerdì Santo in processione.

TIVOLIPALESTRINA7G

VITA DI PARROCCHIA